UrbanEsplorazioni

Alla scoperta del Palazzo della Luce
e del Centro di raccolta Amiat Gruppo Iren di via Ravina 

Urban Lab presenta UrbanEsplorazioni, un nuovo ciclo di incontri dedicato alla visita di nuovi spazi accompagnati dai progettisti che ne hanno curato la realizzazione. Due sono le prime visite da segnarsi in calendario: la straordinaria ristrutturazione del Palazzo della Luce (27 settembre) e la realizzazione del centro di raccolta Amiat Gruppo Iren di via Ravina (5 ottobre).


venerdì 27 settembre

Palazzo della Luce/b>

ore 15,00 @ via Bertola 40
Accompagnati dall’architetto Peter Jaeger si visiteranno il consiglio notarile, il piano nobile e l’appartamento 9.
Progettato nel 1915, il Palazzo della Luce si rifaceva ai criteri monumentali di fine ‘800 con una facciata di ispirazione juvarriana su modello di Palazzo Madama. Incompiuto, venne ceduto alla Società Idroelettrica Piemontese (Sip) – una delle maggiori imprese del Paese impegnata nella produzione e distribuzione di energia elettrica, nelle telecomunicazioni e nella radiofonia (le prime trasmissioni radiofoniche pubbliche italiane vennero irradiate da questo edificio) –, che inaugurerà qui nel 1925 gli uffici e la direzione.
Dopo un secolo di trasformazioni intorno e dentro di sé, il Palazzo della Luce è stato oggetto di un processo di rivitalizzazione per ospitare funzioni miste: da residenze di lusso a uffici di grande rappresentanza, da banche a servizi di ristorazione. Il concetto alla base del progetto di trasformazione, curato dall’architetto Peter Jaeger, è stato il potenziale delle diverse parti dell’edificio per aggiungere nuove funzioni e restaurare la preesistenza, bilanciando le differenti componenti.
Durata prevista della visita: 1h30


sabato 5 ottobre

Centro di raccolta Amiat Gruppo Iren 

ore 09,30 @ via Ravina 19
Alla scoperta dell’Ecocentro in compagnia dell’architetto Cristiano Picco e l’ing. Marco Rossi (direttore Servizi Territoriali di Amiat Gruppo Iren), per conoscere questo centro operativo per la raccolta differenziata, un’ampia autorimessa interrata, spogliatoi e uffici per oltre 250 addetti.
PICCO architetti con +Studio ha vinto il concorso di progettazione con la proposta di un impianto tecnologico che diventa paesaggio, ai bordi della città costruita che abbandona la struttura compatta e si confronta con il Parco fluviale della Colletta e, a ovest, con la cinta del Cimitero Monumentale. Il volume costruito lungo via è rivestito da una fitta trama in legno, la copertura a verde ha le falde con profilo a spezzata; completano la facciata puntuali inserti in acciaio corten.
Durata prevista della visita: 2h


I posti sono limitati e occorre prenotarsi; il costo di ogni visita è di 5 euro.
Per info e prenotazioni: tel 011 5537950 – visiteguidate@urbancenter.to.it