ROCK

Regeneration and Optimization of Cultural heritage
in creative and Knowledge cities

ROCK è un progetto europeo guidato dal Comune di Bologna e che coinvolge 32 partner internazionali, supportato dal programma di finanziamento europeo Horizon2020 per la ricerca e l’innovazione.


Che cos’è ROCK

ROCK è un progetto europeo guidato dal Comune di Bologna e che coinvolge 32 partner internazionali, supportato dal programma di finanziamento europeo Horizon2020 per la ricerca e l’innovazione. Si rivolge a quelle città europee che hanno attivato politiche urbane volte alla rigenerazione territoriale attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale, e a quelle città che vogliono avviare tale processo.
Il partenariato unisce enti diversi (municipalità, università, imprese tecnologiche, reti internazionali,…) in modo da creare una comunità internazionale che possa individuare dei modelli di successo e replicabili.

Qual è l’obiettivo del progetto

Permettere che le “città replicatore” (Bologna, Lisbona, Skopje) imparino dalle “città modello” (Atene, Cluj-Napoca, Eindhoven, Lione, Liverpool, Torino, Vilnius) quali sono state le politiche, i processi e le azioni che hanno permesso la rigenerazione dei centri storici attraverso la convivenza di diversi aspetti: la conservazione del patrimonio, le politiche ambientali, lo sviluppo economico locale, la coesione sociale, l’innovazione. I partner tecnologici e di ricerca hanno il compito di adattare al contesto delle città replicatore i vari modelli presenti in ROCK. Il progetto vuole permettere anche alle città modello di imparare tra loro e di testare nuove azioni. L’obiettivo complessivo di ROCK è dimostrare che il patrimonio culturale può essere fattore chiave di sviluppo economico e competitività delle città in un’ottica di crescita sostenibile.

Chi è coinvolto

ROCK è una rete di 32 partner provenienti da 13 Paesi europei.
Torino è stata scelta come città modello per i suoi siti patrimonio UNESCO e per la sua esperienza di rigenerazione urbana.
L’Urban Center Metropolitano di Torino è coinvolto, insieme all’Urban Cneter di Bologna e all’Agence d’Urbanisme di Lione, per approfondire il ruolo delle agenzie locali nei processi di trasformazione urbana e trasferirne le competenze e metodologie nei living lab ROCK di Bologna, Skopje e Lisbona.

Scopri di più su:
w rockproject.eu
tw @ROCK_H2020
yt ROCK h2020

 

 

Partner locali: