mass production makes a better world

Una tavola rotonda con materiali tratti dall’Atelier di progettazione urbana del 3° anno del corso di laurea in Architettura del politecnico di Torino.


Mass Production Makes a Better World: è una massima che racconta la vena utopica degli anni della crescita del capitalismo industriale e dei suoi sistemi di regolazione sociale. Cosa è rintracciabile dell’utopia fordista nella Torino contemporanea? Le aree abbandonate dalla produzione sono solo un aspetto del mutamento.Troppo spesso il ragionamento sulla Torino contemporanea si ferma lì.
I materiali presentati provano ad aprire altre direzioni: le grandi infrastrutture esterne alla città e la loro duttilità alle trasformazioni; il corpo a corpo tra produzione manifatturiera e agricola; i rapporti tra produzione e protezione; gli slittamenti demografici; la città dei ricchi e la città dei poveri; la visibilità dei conflitti. Le diverse idee di piano e la loro incapacità di radicarsi.
L’esplorazione è stata condotta nell’Atelier di Progettazione Urbana del 3° anno del Triennio di Architettura 2018-2019.

INTERVENGONO
Cristina Bianchetti Politecnico di Torino

MODERANO
Giulietta Fassino Torino Urban Lab
Chiara Lucchini Torino Urban Lab

PARTECIPANO
Massimo Bricocoli Politecnico di Milano
Giancarlo Cotella Politecnico di Torino
Simona De Giorgio Camera di Commercio di Torino
Dimitri De Vita Città Metropolitana di Torino
Rosa Gilardi Comune di Torino
Matteo Robiglio Politecnico di Torino
Paola Savoldi Politecnico di Milano
Giovanni Semi Università di Torino

b>Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili (per registrarsi cliccare sul link)