Torino è un’altra città

Nel 2015 Urban Center Metropolitano propone un programma di attività culturali per conoscere più da vicino la trasformazione vissuta da Torino negli ultimi 20 anni: da quando, nel 1995, l’approvazione del Piano Regolatore Generale firmato da Vittorio Gregotti e Augusto Cagnardi sancisce l’avvio di una stagione di profondo rinnovamento della città per decenni identificata come la città-fabbrica italiana. Da allora, Torino è diventata un’altra città. UCM racconta come essa è cambiata, in quali modi, con quali politiche e strumenti sia stato possibile trasformarsi, e quali siano gli scenari futuri che si aprono ora dinnanzi alla nuova città metropolitana.

LA RIVOLUZIONE DELL’ORTO

Nuove pratiche e nuovi significati del coltivare in città Nuove pratiche e nuovi significati del coltivare in città,

DAI DIAMANTI
NON NASCE NIENTE [conclusa]

Occasioni di riuso nella città metropolitana: il caso della Certosa di Collegno. Flowers Festival esce dal Parco della

10 trasformazioni
X 10 circoscrizioni

Urban Center Metropolitano organizza 10 incontri dedicati ad alcune delle principali trasformazioni urbane che nei prossimi anni interesseranno

OLTRE IL CONFINE.
VISIONI DI CITTÀ

Nell’ambito del XXIX Salone Internazionale del Libro, Urban Center Metropolitano propone “Oltre il Confine. Visioni di Città”, un

07.05.2016
CACCIA AL TESORO

SCOPRI CON I TUOI AMICI COME è CAMBIATA LA CITTà Siete pronti? Sabato 7 maggio 2016 si svolgerà

OLTRE IL CONFINE.
Ritratti di 4 città europee per Torino

Urban Center Metropolitano, Politecnico di Torino, Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Torino e Fondazione per l’Architettura Torino propongono “Oltre il confine. Ritratti di 4 città europee per Torino”, un convegno internazionale dedicato casi pilota di rigenerazione urbana a larga scala e interventi di trasformazione virtuosi avviati in Europa negli ultimi anni. (Clicca sulla

LE TRASFORMAZIONI URBANE A TORINO

La percezione del cambiamento della città negli ultimi vent’anni. In occasione dei vent’anni dall’approvazione del Piano Regolatore firmato